Logo 2-2 DX

  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base SERVIZI Area Lavoro

AMBULANTI E BOLKESTEIN
Il “Milleproroghe” interviene sulle concessioni

La proroga del termine per le concessioni del commercio su aree pubbliche, contenuta nel Decreto “Milleproroghe”, approvato dal Governo a fine anno, sta creando grande incertezza e preoccupazione tra gli Operatori del Settore. Il Decreto interviene a pochi giorni dalla data prevista per la presentazione delle domande, con molti Comuni che hanno già attivato le procedure per rinnovarle.

  • Cosa fare ora?
  • Quali le scelte corrette e gli adempimenti da compiere?

Il tema sarà affrontato nell'incontro pubblico e informativo per gli operatori del settore che si terrà lunedì 16 gennaio p.v. alle ore 16.00 Sala Conferenze CONI - C/O PALAROSSINI Strada Provinciale Cameranense - Ancona

Leggi tutto...

La Giunta della Camera di Commercio di Ascoli Piceno sta per adottare una serie di iniziative dirette al sostegno delle imprese del Piceno, con la finalità di superare le note difficoltà e di favorire la ripresa dell’economia locale.

Come è noto, il regolamento che disciplina la materia considera inammissibili le domande di accesso a sovvenzioni, aiuti o contributi presentate da:
a) imprese non iscritte al Registro Imprese;
b) imprese che, pur avendo iniziato la loro attività, abbiano omesso la relativa denuncia al REA (Repertorio economico amministrativo);
c) imprese sottoposte a procedure concorsuali;
d) imprese che abbiano subito protesti negli ultimi due anni;
e) imprese che non siano in regola con il pagamento del diritto annuale.

Leggi tutto...

La Prefettura di Ascoli Piceno ha recentemente avviato un’iniziativa nel segno della semplificazione amministrativa e della riduzione dei tempi burocratici. Si tratta dell’istituzione dell’”Elenco dei fornitori, prestatori di servizi ed esecutori non soggetti a tentativo di infiltrazione mafiosa”. 

Le imprese iscritte godono dell’esenzione dalla certificazione antimafia e di altre facilitazioni, tra cui il rating di legalità ex art. 5-ter D.L. 1/2012. Le domande di iscrizione possono essere inviate per posta elettronica certificata () alla Prefettura.

Informiamo le imprese interessate della possibilità di usufruire di contributi per interventi in materia di salute e sicurezza.

REQUISITI SOGGETTI: imprese, anche individuali, iscritte alla CCIAA, in regola con gli obblighi contributivi.

CONTRIBUTO: è pari al 65% delle spese ammesse, con un minimo di € 5000,00 ed un massimo di € 130.000,00

PROGETTI AMMESSI A CONTRIBUTO:

a) ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro
b) acquisto di macchine nuove
c) acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati
d) installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione


E PROGETTI PER ADOZIONE DI MODELLI ORGANIZZATIVI E DI RESPONSABILITA' SOCIALE

Le domande possono essere presentate a partire dal 03 marzo 2015.
Gli investimenti devono essere realizzati dopo il 7 maggio 2015.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI:
Marta Angelozzi - Confartigianato Imprese Ascoli Piceno e Fermo
Tel. 0736.336402 ,

Tags: bando inail  

Dal 1° gennaio 2015 è entrato in vigore il nuovo regime forfetario che presenta forti analogie con il previgente regime di vantaggio. In allegato un opuscolo redatto dalla Direzione Politiche Fiscali in cui è tracciato il quadro generale del nuovo regime applicabile dal 2015.

Al riguardo vale la pena evidenziare che:

da un'indagine condotta presso le Associazioni Provinciali di Confartigianato il nuovo regime presenta uno scarso appeal e solo il 4,4% delle imprese che hanno utilizzato, nel 2014, regimi contabili riservati alle micro/piccole imprese lo applicheranno dal 2015 (si veda nostra News n. 17 del 2015);

a seguito della conversione del D.L. n. 192 del 31 dicembre 2014 e della pubblicazione in G.U. della legge di conversione è operativa la proroga per il 2015 del regime di vantaggio. In particolare il comma 12-undecies dell'art. 10 della legge n. 11 del 2015 prevede che "In deroga a quanto previsto dall'articolo 1, comma 85, lettere b) e c), della legge 23 dicembre 2014, n. 190, sono prorogate le disposizioni previste dagli articoli 27, commi 1, 2 e 7, del decreto-legge 6 luglio 2011, n. 98, convertito, con modificazioni, dalla legge 15 luglio 2011, n. 111, e 1, commi da 96 a 115 e 117, della legge 24 dicembre 2007, n. 244, e successive modificazioni, per i soggetti che, avendone i requisiti, decidono di avvalersene, consentendone la relativa scelta nel corso dell'anno 2015."

In pratica, quindi, i contribuenti che iniziano un'attività nel corso del 2015 possono decidere, in possesso dei relativi requisiti, se:

  • aderire al nuovo regime forfetario;
  • applicare il regime di vantaggio previsto dall'art. 27, commi 1 e 2, del D.L. n. 98 del 2011.

pdfOpuscolo sul nuovo regime forfetario 2015.pdf

Convertito nella legge 27 febbraio 2015, n. 11, il decreto legge n. 192/2014, cosiddetto: "Milleproroghe". Tra le disposizioni di carattere fiscale introdotte in sede di conversione del decreto si segnalano:

  • proroga al 2016 della decorrenza dell'eliminazione dell'obbligo di presentazione della dichiarazione IVA unificata e della comunicazione dati IVA;
  • proroga al 30 settembre 2015 del termine entro cui i Caf devono inviare la relazione tecnica con le garanzie di idoneità tecnico-organizzativa;
  • proroga al 2018 del requisito del numero di dichiarazioni precompilate: slitta di un anno il triennio di riferimento delle dichiarazioni trasmesse dai Caf (ora diventa 2016, 2017 e 2018) su cui calcolare il requisito per essere autorizzati all'attività di assistenza fiscale;
  • proroga al 2016 dell'operatività dell'imposta municipale secondaria (IMUS);
  • proroga a luglio 2015 del termine per richiedere la rateizzazione delle cartelle Equitalia per chi è decaduto dal beneficio entro il 2014;
  • si estende a tutto il 2015 la possibilità di opzione del vecchio regime agevolato dei minimi (con tassazione al 5% per l'imprenditoria giovanile e lavoratori in mobilità).

In allegato si trasmette la circolare esclicativa integrale: 

pdfMilleproroghe_2015_Rassegna_Provvedimenti_Fiscali.pdf

Il Ministero dello Sviluppo Economico, con decreto 8 gennaio 2015, ha determinato le misure del diritto annuale dovuto per l’anno 2015 applicando, agli importi predefiniti dallo stesso Ministero in data 21 aprile 2011, la riduzione percentuale del 35% disposta dal D.L. 90/2014 convertito nella legge 11 agosto 2014 n. 114.
Ulteriori informazioni sono disponibili nel sito internet www.ap.camcom.gov.it  (area tematica: Diritto Annuale).

Al fine di agevolare l’applicazione del meccanismo della scissione dei pagamenti (c.d. split payment) introdotto legge di stabilità 2015 (art. 1, comma 629, lettera b), l'Agenzia delle Entrate ha fornito i primi chiarimenti interpretativi circa l’individuazione dell’ambito applicativo.

In sostanza, l’IVA addebitata dal fornitore nelle relative fatture dovrà essere versata dall’amministrazione acquirente direttamente all’erario, anziché allo stesso fornitore, scindendo quindi il pagamento del corrispettivo dal pagamento della relativa imposta.
La scissione dei pagamenti riguarda le operazioni documentate mediante fattura emessa dai fornitori, ai sensi dell’art. 21 del DPR n. 633 del 1972.
Devono, pertanto, ritenersi escluse dal predetto meccanismo le operazioni (ad es. piccole spese dell’ente pubblico) certificate dal fornitore mediante il rilascio della ricevuta fiscale di cui all’art. 8 della legge 10 maggio 1976, n. 249, o dello scontrino fiscale di cui alla legge 26 gennaio 1983, n. 18, e successive modificazioni (cfr. art. 12, comma 1, della L. n. 413 del 1991) ovvero non fiscale per i soggetti che si avvalgono della trasmissione telematica dei corrispettivi sensi dell’art. 1, commi 429 e ss. della legge 30 dicembre 2004, n. 311, ovvero altre modalità semplificate di certificazione specificatamente previste.

Leggi tutto...

Pubblichiamo un bando della Regione Marche per tirocinanti over 30.
per la Provincia di Ascoli Piceno sono previsti 90 tirocinanti, per Fermo 70 e per Macerata 104. Nessun onore è richiesto alle imprese che accoglieranno i tirocinanti i quali percepiranno dalla Regione Marche €i. 650,00 mensili per un impegno settimanale minimo di 25 ore. Le richieste vanno presentate al centro per l'Impiego dal giorno giovedì 15 gennaio 2015 e fino alla data del 20 marzo 2015, salvo esaurimento dei fondi previsti.

Leggi tutto...

Il meccanismo del reverse charge, previsto dall’articolo 17, comma 5, del D.P.R. n. 633/72, prevede l’assolvimento dell’IVA da parte del cessionario soggetto passivo d’imposta.
A tal fine:

  • la fattura è emessa dal cedente/prestatore senza addebito di IVA con l’annotazione “inversione contabile” e l’eventuale indicazione della norma;
  • la fattura è integrata dal cessionario con l’indicazione dell’aliquota e della relativa imposta;
  • la fattura è annotata dal cessionario sia nel registro delle fatture emesse o corrispettivi (entro il mese di ricevimento o anche successivamente, ma comunque entro 15 giorni dal ricevimento e con riferimento al relativo mese) sia nel registro degli acquisti.

L’obiettivo del meccanismo, come è noto, è quello di ridurre il rischio di evasione dell’imposta: invertendo l’onere del versamento (dal cedente al cessionario), si evita in sostanza che l’acquirente porti in detrazione il tributo che potrebbe non essere corrisposto all’Erario da parte del cedente.

Leggi tutto...

L’ASUR Marche, con nota n. 77326 del 29 dicembre 2014, nello svolgimento di utile attività di prevenzione dei possibili infortuni sul lavoro, ha invitato gli operatori a verificare la conformità ai requisiti di sicurezza delle attrezzature da lavoro.
In particolare, l’ASUR richiama l’attenzione sui miniescavatori idraulici di peso inferiore ai 60 quintali, molto spesso utilizzati in edilizia e in piccoli lavori agricoli.
Tra i controlli prioritari, l’ASUR indica quelli relativi alla dotazione di idonee cinture di sicurezza e di sistema di ancoraggio (certificato) dell’operatore. Eventuali irregolarità vanno segnalate al Servizio Prevenzione e Sicurezza negli Ambienti di Lavoro dell’ASUR.

Formazione tecnica per professionisti a Fermo presso gli uffici Confartigianato il 29 gennaio 2015

“Jobs Act – il lavoro che cambia” è il titolo del seminario tecnico promosso dalla Confartigianato di Fermo che si svolgerà in video conferenza presso l’ufficio di viale Trento, 36 giovedì 29 gennaio dalle 10.00 alle 14.00.

“L’incontro - fa sapere Luca Soricetti, presidente di Confartigianato Fermo - si svolgerà in contemporanea streaming con le sedi della Confartigianato di tutta Italia, ed è a partecipazione limitata ma gratuita previa iscrizione (); si rivolge nello specifico ai professionisti e consulenti che quotidianamente hanno a che fare con: ammortizzatori sociali, servizi per l’impiego, procedure e adempimenti nelle fasi del rapporto di lavoro, forme contrattuali, misure a tutela della genitorialità.”

Leggi tutto...

Soggetti beneficiari: micro, piccole e medie imprese con sede legale ed operativa nella Regione Marche iscritte alla Camera di Commercio e in regola con gli obblighi contributivi.

Investimenti ammissibili:

1) Progetti di investimento:
- ristrutturazione o modifica degli ambienti di lavoro
- acquisto di macchine nuove
- acquisto di dispositivi per lo svolgimento di attività in ambienti confinati
- installazione, modifica o adeguamento di impianti elettrici, antincendio, di aspirazione e ventilazione

2) Progetti per l’adozione di modelli organizzativi e di responsabilità sociale:
- adozione di sistemi di gestione della salute e sicurezza sul lavoro (SGSL)
- adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del dlgs 81/08 asseverato in conformità alla prassi di riferimento UNI/PdR 2.2013 per il settore delle costruzioni edili e di ingegneria civile
- adozione di un modello organizzativo e gestionale di cui all’art 30 del dlgs 81/08 e s.m.i anche secondo le procedure semplificate di cui al DM 13/2/2014
- adozione di un sistema di responsabilità sociale certificato SA 8000
- modalità di rendicontazione sociale asseverata da parte terza indipendente

Le spese devono essere riferite a progetti non realizzati o in corso di realizzazione alla data del 07/05/2015.

Leggi tutto...

La Legge di Stabilità prevede cento milioni di euro di contributi pubblici per la cantieristica navale. L'armamento italiano inizia il 2015 con un portafoglio ordini composto da 183 nuove costruzioni, per complessivi 4,6 milioni di tonnellate di stazza lorda compensata. Il dato emerge dalle ultime rilevazioni diffuse, secondo cui la bandiera italiana è in ottava posizione alle spalle di Cina, Grecia, Giappone, Norvegia, Usa, Singapore e Germania. I dati della bandiera italiana sono però gonfiati da Scorpio, gruppo monegasco guidato da Emanuele Lauro che, tramite le società Scorpio Tankers, Scorpio Bulkers e l'ultima realtà dedicata ai container, ha in costruzione 111 navi per 2,7 milioni di tonnellate di stazza lorda compensata. Per quanto concerne, invece, la cantieristica navale italiana, secondo i dati Clarksons sono attualmente in costruzione nel nostro Paese 17 navi per 1,2 milioni di tonnellate di stazza lorda compensata. Fincantieri domina la scena, insieme al Cantiere Visentini.

Si riportano le altre novità inerenti l'autotrasporto inserite nella legge di stabilità per il corrente anno:

  • SGRAVI CONTRIBUTIVI PER LE NUOVE ASSUNZIONI - Con il fine di promuovere forme di occupazione stabile, l’art. 1, commi da 118 a 124, prevede uno sgravio triennale dei contributi previdenziali a carico dei datori di lavoro privati per le nuove assunzioni a tempo indeterminato – con esclusione dell’apprendistato – effettuate nel 2015. Le norme prevedono che i datori di lavoro siano esentati, per massimo 36 mesi, dal versamento dei contributi previdenziali nel limite massimo di un importo di esonero pari a 8.060 euro su base annua. Lo sgravio non si applica ai premi e contributi Inail, che sono dovuti in misura ordinaria. La misura non inciderà in alcun modo sul calcolo delle pensioni dei lavoratori interessati, in quanto il periodo decontribuito sarà interamente coperto dallo Stato tramite contributi figurativi. Lo sgravio si riferisce solo ai contributi a carico dei datori di lavoro e pertanto i contributi a carico dei lavoratori saranno interamente dovuti. Sono escluse dallo sgravio le assunzioni di lavoratori che abbiano intrattenuto rapporti a tempo indeterminato nei 6 mesi precedenti con qualsiasi datore di lavoro, nonché quelle riferite a lavoratori già in forza a tempo indeterminato presso la stessa azienda o società dello stesso gruppo nel periodo ottobre-dicembre 2014.
Leggi tutto...

Domande solo online dal 16/02/2015

Al fine di promuovere, su tutto il territorio nazionale, le condizioni per la diffusione di nuova imprenditorialità e sostenere le politiche di trasferimento tecnologico e di valorizzazione economica dei risultati del sistema della ricerca pubblica e privata, con decreto del Ministro dello sviluppo economico 24 settembre 2014, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale n. 264 del 13 novembre 2014, è stato riordinato il regime di aiuto denominato Smart&Start (di cui ai decreti ministeriali 6 marzo 2013 e 30 ottobre 2013), che è ora finalizzato a sostenere la nascita e lo sviluppo delle start-up innovative (come definite dall’art. 25, comma 2, del decreto-legge n. 179/2012 e iscritte nell’apposita sezione del Registro delle imprese) ed è applicabile sull’intero territorio nazionale.

Leggi tutto...

L’Autorità per l’energia Elettrica Gas e Servizio Idrico ha pubblicato la Deliberazione 29 dicembre 2014 674/2014/R/EEL che prevede una prima riduzione delle tariffe elettriche per le piccole e medie imprese, BT con potenza disponibile superiore a 16,5 kW ai sensi del “Taglia-bollette” (cfr Circolari 982, 1193).

Si ricorda che il DL 91/2014 prevede delle disposizioni atte alla riduzione delle bollette elettriche a favore dei:

  • clienti allacciati in media tensione
  • clienti allacciali in bassa tensione con potenza disponibile superiore a 16,5 kW
Leggi tutto...

Il decreto legislativo sulla semplificazione fiscale (art. 28) interviene in materia di responsabilità solidale negli appalti abrogandone la disciplina contenuta nell’articolo 35, commi 28, 28-bis e 28-ter del D.L. n. 223/2006.
Sono inoltre disposte:

  • ai fini fiscali, l’estinzione delle società decorsi cinque anni dalla richiesta di cancellazione dal Registro delle imprese;
  • una specifica responsabilità dei liquidatori delle società relativamente all’assolvimento dei tributi dovuti dalle medesime.

Il decreto legislativo n. 175/2014 è stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale del 28 novembre 2014, n. 277 e, non essendo stato diversamente disposto, il provvedimento è entrato in vigore dal giorno 13 dicembre 2014, quindicesimo dalla sua pubblicazione.
Fino a tale data continuano a produrre effetti le disposizioni recate dall’articolo 35, commi da 28 a 28-ter del D.L. n. 223/2006.

Si rinvia alla lettura attenta della circolare allegata.

pdfCircolare Responsabilità Solidale Appalti-Responsabilità Liquidatori 01-2015.pdf

Rassegna delle disposizioni fiscali.

Il decreto legge 31 dicembre 2014, n. 192, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 31 dicembre 2014, n. 302, contiene la proroga di termini previsti da disposizioni legislative. Sono evidenziate nella scheda di lettura allegata alla presente le disposizioni di carattere fiscale.

Tra le disposizioni di carattere fiscale si segnalano le seguenti:

  • l’applicazione, anche per il 2015, per i combustibili impiegati negli impianti cogenerativi che producono, contemporaneamente, energia elettrica e calore per riscaldamento, dei coefficienti, individuati dall’Autorità per l’energia elettrica e il gas con deliberazione n. 16/98 dell’11 marzo 1998, già in passato vigenti, ancorché ridotti nella misura del 12 per cento;
  • la proroga al 31 dicembre 2014 della sospensione dei versamenti isola di Lampedusa;
  • la sostituzione dell’aumento delle accise con le somme rivenienti dall’emersione e rientro dei capitali (voluntary disclosure).

pdfMilleproroghe 2015: Disposizioni Fiscali.pdf 

La legge di stabilità per il 2015 (legge n. 190 del 23 dicembre 2014, pubblicata nel Supplemento Ordinario n. 99 alla Gazzetta Ufficiale n. 300 del 29 dicembre 2014), composta di un articolo unico, contiene numerose novità in materia fiscale relative ad argomenti e fattispecie differenziati, di maggiore o minore rilievo per il mondo imprenditoriale.

Nello schema allegato, si fornisce un quadro riepilogativo di tutte le novità di natura tributaria, per poter orientarsi con maggiore facilità nei 735 commi di cui si compone l’articolo unico.

pdfLegge Stabilità 2015: schema delle novità.pdf

Canale Youtube

Seguici sul nostro canale Youtube

YT