Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base SERVIZI Ambiente e Sicurezza

Per informazioni i nostri uffici “Ambiente & Sicurezza” sono a disposizione:

  • Paolo Tappatà (FM) mob. 380.9009137

L'INAIL di Ascoli Piceno, con altri supporter e associazioni datoriali, tra cui la Confartigianato di Ascoli Piceno e Fermo, organizza per martedì 5 aprile con inizio alle 9.30 un seminario sui finanziamenti alle imprese per migliorare la salute e la sicurezza dei luoghi di lavoro.
Maggiori informazioni nell'allegata locandina.

Leggi tutto...

Dal 1° marzo al 5 maggio 2016 le imprese potranno inserire sul portale dell’INAIL le domande di finanziamento per accedere ai contributi a fondo perduto messi a disposizione dall’ente per i progetti di miglioramento dei livelli di salute e sicurezza nei luoghi di lavoro.

Quest’anno lo stanziamento previsto ammonta a oltre 276 milioni di euro ed è stata introdotta la novità di uno specifico asse di contributi per progetti di bonifica da materiali contenenti amianto.

Riportiamo nella circolare che segue le ultime novità dal settore Sicurezza e Ambiente in riferimento a:

  • recepimento dei regolamenti europei in tema di nuova classificazione dei rifiuti
  • nuova classificazione delle sostanze pericolose (CLP)
  • nuovi reati ambientali
Leggi tutto...

Si informa che l'articolo 9, comma 3, del decreto legge n. 192/2014, "Mille-proroghe", emanato dal Governo alla fine del mese di Dicembre 2014 (Gazzetta Ufficiale n. 302 del 31/12/2014) ha formalmente differito l'operatività del Sistema di tracciabilità dei rifiuti SISTRI, che sarebbe dovuto entrare in vigore il 1° gennaio scorso, al 1° gennaio 2016.
Tale proroga, fortemente voluta dalla Confederazione, è stata accompagnata, inoltre, dal differimento dell'apparato sanzionatorio che è tuttavia avvenuta, in via del tutto anomala, in due tempi.

In sostanza, le sanzioni concernenti la mancata iscrizione ed il mancato pagamento del contributo annuale per i soggetti tenuti secondo la vigente normativa ad usare il SISTRI (vedere articolo 260-bis, commi 1 e 2, del TUA) entreranno in vigore il prossimo 1° febbraio 2015.

Leggi tutto...

Il 27 settembre 2014 è entrato in vigore il Decreto interministeriale 09/09/2014 (Ministeri del Lavoro della Salute e delle Infrastrutture) e di seguito meglio analizzato.

In particolare è stata approvata una modulistica “semplificata” inerente al Titolo IV del Testo Unico Sicurezza (D.L. n.81/08 e smi) e del Codice degli appalti pubblici (D.L. n.163/06 e smi).

Leggi tutto...

Il 25 aprile 2014 è entrato in vigore il decreto ministeriale che opera, fra l'altro, la riduzione della platea degli operatori obbligati ad utilizzare il Sistema SISTRI alle imprese produttrici di rifiuti pericolosi con oltre 10 dipendenti.
Nessuna modifica è stata introdotta per quello che attiene, invece, alle imprese di trasporto di pericolosi, tenute ad utilizzare il SISTRI a prescindere dalla propria dimensione. Il termine per pagare il contributo 2014, per chi vi è obbligato, infine, viene fissato dal decreto al 30 giugno 2014.

Leggi tutto...

Il Modello Unico di Dichiarazione ambientale (MUD) è un modello attraverso il quale devono essere denunciati i rifiuti prodotti dalle attività economiche, quelli smaltiti, avviati al recupero o trasportati nell'anno precedente la dichiarazione (2013). Il modello va presentato entro il 30 aprile di ogni anno.

Soggetti obbligati
Sulla base del D. Lgs. 3 aprile 2006 n.152 (Testo Unico Ambientale), così come modificato dal D. Lgs 16 gennaio 2008, n. 4, i soggetti che devono presentare il MUD, sezione rifiuti, sono:

Leggi tutto...

Modalità per la rielaborazione e l'aggiornamento/integrazione del documento
Come noto il tema della sicurezza ha assunto un peso ed una importanza considerevole nella gestione della propria attività. Infatti, la rilevazione e valutazione dei rischi è onere primario ed indelegabile del Datore di Lavoro, che, tenuto conto delle possibili conseguenze connesse alla mancata osservanza delle prescrizioni normative, qualora non effettuata, può tradursi in esiti indesiderati, dal punto di vista economico e legale, con risvolti gravi di natura penale.

Leggi tutto...

Ricordiamo che in data 30 Giugno 2013 decade  la possibilità per i datori di lavoro di avvalersi dell’autocertificazione per la valutazione dei rischi (in base a quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 81/2008 del 09 aprile 2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, cosiddetto “Testo Unico sulla Sicurezza”).

Diventa obbligatorio, pertanto, redigere un documento di valutazione dei rischi che contenga tutti i parametri previsti dalla normativa vigente. L’omessa redazione del DVR da parte del Datore di Lavoro è sanzionata con l’arresto da 3 a 6 mesi o ammenda da €. 2.500 a €. 6.400.

Leggi tutto...

ManiglioneI dispositivi costituiti da maniglie, piastre e barre antipanico per l’apertura delle porte installate lungo le vie di esodo, nelle attività soggette al controllo dei Vigili del Fuoco (e cioè quelle soggette al Certificato di Prevenzione Incendi), devono essere muniti di marcatura CE.

Leggi tutto...

Formazione-New2013Si informa che alla data 30 Giugno 2013 in base a quanto previsto dal Decreto Legislativo n. 81/2008 del 09 aprile 2008 sulla sicurezza nei luoghi di lavoro, cosiddetto “ Testo Unico sulla Sicurezza”, decade la possibilità per i datori di lavoro di avvalersi della autocertificazione per la valutazione dei rischi.

Leggi tutto...

La Legge di stabilità 2013 è stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale. Viene dunque confermata la proroga al 30 giugno 2013 della possibilità, prevista dal comma 5 dell’articolo 29 del D.Lgs 81/ 2008 per le aziende che occupano fino a 10 lavoratori, di autocertificare la valutazione dei rischi.

Per le imprese che abbiano già predisposto il Documento di valutazione dei rischi (DVR), in linea con i contenuti e le finalità del D.Lgs. 81/08, la ‘Commissione per gli interpelli’ specifica nell’interpello 7/2012 che ‘tale documento non dovrà essere necessariamente rielaborato secondo le indicazioni delle procedure standardizzate’.

Leggi tutto...

In attesa di capire cosa ne sarà del SISTRI, entro il 30 aprile2013le imprese dovranno presentare il MUD, con modello unico per la dichiarazione ambientale pubblicato insieme alle istruzioni sul Supplemento ordinario n. 213 alla Gazzetta Ufficiale del 29 dicembre 2012.

Il MUD deve essere presentato dai produttori iniziali dirifiuti pericolosi, o anche dirifiuti non pericolosicon più di 10 dipendenti; le aziende obbligate alla dichiarazione anche imprese o enti che effettuano operazioni di recupero e smaltimento dei rifiuti.

Esso comprende sei comunicazioni: rifiuti speciali; veicoli fuori uso; imballaggi; RAEE; rifiuti urbani, assimilati e raccolti in convenzione; produttori di apparecchiature elettriche ed elettroniche (AEE).

Leggi tutto...

Il ministero dell' Ambiente ha diffuso una nota nella quale comunica la revisione del sistema SISTRI "in modo da semplificare e rendere piu' efficienti le procedure. Nell’ambito di questo lavoro, d'accordo con la società che ha fornito il sistema, e' stato concordato un differimento al 30 novembre 2012 del termine per il pagamento dei contributi per l' anno in corso, che scadeva il 30 aprile prossimo".

Il ministro Corrado Clini ha proposto "di valutare insieme le modalità per rendere finalmente operativo il sistema, senza aggiungere oneri amministrativi alle già complesse procedure cui le imprese sono sottoposte per rispettare gli adempimenti ambientali ed in particolare quelli in materia di rifiuti".

Leggi tutto...

E’ stato definitivamente convertito in legge il Decreto legge n. 2/2012, recante “Misure straordinarie ed urgenti in materia ambientale”.

Il provvedimento, Legge n. 28 del 24 marzo 2012 (vedere l’Allegato 1) è stato pubblicato sulla G.U. n. 71 ed è vigente dallo scorso 25 marzo. Si riportano di seguito i principali contenuti di interesse confederale.

Articolo 2 - Divieto della commercializzazione delle buste in plastica cd “non ecologiche”; viene stabilito:

1) l’obbligo dell’uso dei sacchetti per l'asporto merci conformi alla norma UNI EN 13432:2002 (requisiti di biodegradabilità e compostabilità) secondo una certificazione rilasciata da organismi accreditati.

Leggi tutto...

La presentazione del MUD/DICHIARAZIONE SISTRI (dati 2011) deve essere effettuata entro il 30 Aprile 2012. I destinatari sono le:

  • Imprese e enti produttori di rifiuti pericolosi
  • Imprese e enti produttori di rifiuti non pericolosi con più di 10 lavoratori.
Leggi tutto...

I produttori di pile e accumulatori devono comunicare alle Camere di Commercio - entro il 31 marzo 2012 - i dati relativi alle pile ed accumulatori immessi sul mercato nazionale nell'anno precedente, suddivisi per tipologia.
La trasmissione deve essere effettuata esclusivamente per via telematica, utilizzando la firma digitale del legale rappresentante o di un soggetto da questi precedentemente delegato.
Non è previsto il pagamento di alcun diritto di segreteria.

Con la legge n. 14 del 24/02/2012, pubblicata nel supplemento ordinario della Gazzetta Ufficiale n. 48 del 27/02/2012, art. 13, comma 3, è stata prevista una ulteriore proroga - dal 9 febbraio 2012 al 30 giugno 2012 - dell’entrata in operatività del SISTRI.
E’ stato, inoltre, stabilito che anche i produttori di rifiuti pericolosi che hanno fino a 10 dipendenti partano il 30 giugno 2012.

Il Regolamento per la semplificazione degli adempimenti ambientali in materia di scarico di acque reflue e impatto acustico (DPR n.227/11) è stato pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 3 febbraio.
Il provvedimento entrerà in vigore il prossimo 18 febbraio e troverà applicazione nelle Regioni che non hanno ancora legiferato sulla materia (per la c.d. clausola di cedevolezza).
Leggi tutto...

E’ stato approvato il Modello Unico di Dichiarazione ambientale per l'anno 2012 (DPCM 23/12/11). Il modello di cui al decreto sarà utilizzato per le dichiarazioni da presentare, entro il 30 aprile 2012, con riferimento all'anno 2011, da parte dei soggetti interessati che sono così individuati: 
• Comuni o loro Unioni e/o Consorzi e Comunità Montane; 
• Produttori di Apparecchiature Elettriche ed Elettroniche (AEE) e Sistemi Collettivi di Finanziamento; 
• Consorzio nazionale imballaggi (CONAI) o altri soggetti di cui all'articolo 221, comma 3, lettere a) e c); 
• soggetti che effettuano le attività di trattamento dei veicoli fuori uso e dei relativi componenti e materiali.

Si ricorda che i produttori iniziali di rifiuti e le imprese e gli enti che effettuano operazioni di recupero e di smaltimento dei rifiuti che erano tenuti alla presentazione del modello unico di dichiarazione ambientale, dovranno invece presentare la dichiarazione SISTRI, ai sensi del D.M. 52/2011, con le modalità già utilizzate nel 2011.

La scadenza per tutte le comunicazioni è il 30 aprile 2012.

Il software e il materiale informativo verranno resi disponibili tramite il sito www.ecocerved.it