Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

La Regione Marche ha varato due nuovi provvedimenti

Regione Marche ha rinnovato le ordinanze di indirizzo fornite ai Comuni per conseguire, attraverso appositi divieti, la riduzione delle emissioni di Polveri sottili nell’aria. La misura intende quindi contenere gli effetti dell’inquinamento atmosferico che in questi giorni, a causa delle condizioni climatiche, sono maggiormente presenti nell’aria (delibere n. 1064 del 30/11/2015 e n. 1212 del 30/12/2015).

L’azione della Confartigianato su questo tema ha portato importanti risultati che hanno permesso una riduzione degli adempimenti inizialmente previsti (vedi il settore ristorazione con la seconda delibera di dicembre 2015): tale impegno sindacale continuerà con una pressione nei confronti dei Comuni che dovranno decidere se e in quali aree applicare le limitazioni alle emissioni e quindi i divieti.

Banner Polveri Sottili Regione Marche 01-2016

Le imprese sono invitate a porre attenzione anche alla seconda delibera sulle limitazioni alle pizzerie, forni e ristoranti con l'obbligo per gli stessi di comunicare al comune di riferimento i dati tecnici del forno a legna. Allo scopo alleghiamo altresì una comunicazione tipo.

Per completezza e maggior conoscenza trasmettiamo in allegato le due delibere della Giunta Regionale Marche n. 1064 e n. 1212 e che hanno per oggetto Provvedimenti contingenti 2015/2016 per la riduzione della concentrazione degli inquinanti nell'aria ambiente nel territorio dei comuni della zona costiera e valliva e che prevedono:
1- misure relative al traffico urbano;
2- misure relative alle attività produttive;
3- misure relative ai riscaldamento degli uffici pubblici e privati;
4- obblighi degli Enti competenti;
5- categorie veicoli per i quali sono stabilite limitazioni alla circolazione stradale;
6- veicoli speciali;
7- eccezioni al divieto di circolazione;
8- elenco delle zone urbane interessate.


Invitiamo tutti gli interessati ad una lettura attenta dell'informativa che di seguito si allega: