Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Cari associati,

con soddisfazione vi informiamo che, grazie agli sforzi congiunti della Giunta uscente, il bilancio che la Confartigianato Imprese si appresterà ad approvare, relativo all’esercizio 2014, è tornato finalmente ad evidenziare un utile di gestione che ci permette di guardare al futuro con più serenità, forti anche della base associativa composta da oltre 3600 imprenditori. Questa giunta si è insediata il 30 luglio 2013, ereditando per entrambe le strutture (Confartigianato Imprese e Confartigianato Servizi srl) una negativa situazione economica e finanziaria: tuttavia l’attività di ristrutturazione e riorganizzazione di cui ci siamo fatti carico ha avviato un percorso che è riuscito a salvaguardare i posti di lavoro della Confartigianato Imprese. Purtroppo diversa la questione della Confartigianato Servizi srl, costituita nel 2005 insieme alla Cooperativa di Garanzia Kuferle e alla Confartigianato Imprese.

La fuoriuscita dal capitale sociale del socio storico Kuferle, avvenuta nel novembre 2013, e le perdite riportate in precedenza dalla Confartigianato Servizi srl hanno indotto la Giunta ad operare per la sua messa in liquidazione, con delibere tutte adottate all’unanimità da parte dei componenti di Giunta della Confartigianato Imprese, così come del resto per tutti i provvedimenti nel tempo assunti.

L’attuale Giunta di questa Associazione, di concerto con il sistema Confartigianato Regionale e Nazionale, in uno spirito di ottimizzazione dei costi al fine di erogare servizi di qualità a prezzi competitivi per le imprese del nostro territorio, ha costituito una nuova società regionale di servizi insieme al sistema Confartigianato Regionale. Ed è grazie alle anticipazioni finanziare erogate dal sistema Confartigianato che questa Associazione ha potuto far fronte alle esigenze di cassa per il pagamento degli stipendi e per proseguirne l’operatività.

La nuova società di servizi regionale si propone, in un’ottica di sviluppo, di coinvolgere tutte le professionalità locali interessate al fine di creare un soggetto che si imponga a livello regionale quale realtà unitaria e punto di riferimento per le imprese, non soltanto picene e fermane.

L’obiettivo è quello di effettuare l’erogazione qualificata dei servizi di formazione e innovazione; questa società ha iniziato ad operare oltre che ad Ascoli Piceno e Fermo, anche a Pesaro. Altri organismi della rappresentanza, da tempo, si sono mossi in tal senso per il superamento dell’ambito strettamente provinciale per vincere le sfide dell’economia globalizzata.

La consapevolezza che le esigenze e le preoccupazioni degli imprenditori locali sono le stesse che vengono avvertite anche nelle altre province marchigiane, rende questa nuova società a valenza regionale in grado di rispondere con maggiori competenze ed efficienza alle istanze degli imprenditori.

I punti di forza di ogni provincia potranno essere condivisi e messi in sinergia per un’azione sindacale più forte sia nei confronti delle istituzioni che del sistema del credito.

Ascoli Piceno, lì 01/04/2015

Il Presidente

Nadia Beani