Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base TRASPORTI

Domenica 18 Febbraio 2008 alle ore 09.30 presso la sala riunioni del centro servizi “La Sosta” di San Benedetto del Tronto, si è tenuta l’assemblea dei soci della categoria AUTOTRASPORTO iscritti alla CONFARTIGIANATO IMPRESE – UAPI di Ascoli Piceno.

Sono intervenuti il Presidente Regionale Confartigianato di categoria MASSIMO GIORGETTI, il Presidente Provinciale Confartigianato di categoria SIMONE FELIZIANI ed il coordinatore della categoria ROBERTO TAMBURRI sul tema della nuova Finanziaria 2008 ed in particolare sui risultati ottenuti a seguito del fermo nazionale degli autotrasportatori dello scorso mese di dicembre.

L’incontro ha posto in evidenza le maggiori modifiche riguardanti in particolare:

Leggi tutto...

La categoria AUTOTRASPORTO invita tutti gli iscritti all’incontro che si terrà domenica 17 febbraio 2008 alle ore 09.30 presso la sala riunione de “La Sosta” di San Benedetto del Tronto (nei pressi dello svincolo autostradale), per discutere sui seguenti argomenti:

1) Relazione sulla Finanziaria 2008;

2) Resoconto sul fermo nazionale degli autotrasportatori;

3) Esame nuove normative di settore (registro sull’orario di lavoro);

4) Varie ed eventuali.

Leggi tutto...

Pubblicato sulla G.U. del 17/12/2007 il decreto legislativo 19 novembre 2007, n. 234, di recepimento delladirettiva europea n. 15/2002 concernente l’organizzazione dell’orario di lavoro dei conducenti.

Richiamiamo l’attenzione sull’art. 4 che riconosce alla contrattazione collettiva la possibilità di stabilire una diversa durata dell’orario di lavoro rispetto ai limiti fissati dalla direttiva (48 ore settimanali di media compreso lo straordinario e massimo 60 ore).

"Si dispone di vietare la circolazione, fuori dai centri abitati, ai veicoli ed ai complessi di veicoli, per il trasporto di cose, di massa complessiva massima autorizzata superiore a 7,5 t, nei giorni festivi e negli altri particolari giorni dell’anno 2008 di seguito elencati:

Leggi tutto...

“Siamo soddisfatti dell’esito di questa vertenza perché siamo riusciti ad ottenere dal Governo il riconoscimento delle nostre aspettative. E' un accordo positivo sia sul fronte economico sia sul fronte normativo: oltre a destinare risorse al nostro settore, introduce norme sui contratti che gli autotrasportatori italiani chiedevano da più di 10 anni. Mercoledì 12 dicembre, a Palazzo Chigi, alla presenza del Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Enrico Letta, l’80% delle richieste contenute nella nostra piattaforma è stata accolta”.

Francesco Del Boca, Presidente di Confartigianato Trasporti, commenta così i risultati dell’iniziativa del fermo dell’autotrasporto merci che hanno portato all’accordo sottoscritto con il Governo.

Leggi tutto...

“Gli autotrasportatori non chiedono nulla d’eccezionale: semplicemente il rispetto di norme esistenti e la vigilanza sulla loro applicazione. Purtroppo, vista l’indisponibilità del Ministro Bianchi a trattare la piattaforma unitaria presentata dalle Associazioni che hanno dichiarato il fermo dei servizi dell’autotrasporto, continueranno i presidi di sensibilizzazione su tutto il territorio nazionale”. 

È quanto afferma Francesco Del Boca, Presidente di Confartigianato Trasporti, il quale spiega le ragioni della protesta: “Le nostre imprese vogliono soltanto poter lavorare nelle condizioni stabilite dalla legge. Innanzitutto, chiediamo che vengano rispettate e fatte rispettare le condizioni del contratto in forma scritta, stabilito dalla legge per effettuare un servizio di autotrasporto. A cominciare dai tempi di pagamento fino alla garanzia della tracciabilità del contratto, così come avviene in Francia, per individuare esattamente tutti gli attori responsabili della filiera del trasporto: dal committente al destinatario”. 

Leggi tutto...

Preso atto delle proposte avanzate dal Governo che vanno nella direzione delle richieste della categoria, come ad esempio il contratto obbligatorio scritto, le tariffe minime, l’osservatorio sui costi, la strategia dei controlli e gli interventi sul gasolio, Confartigianato Trasporti e Cna Fita hanno deciso la sospensione del fermo nazionale dei servizi di autotrasporto merci.

Le Organizzazioni giudicheranno l’operato del Governo sulla base del mantenimento degli impegni assunti nei confronti della categoria.

La normativa che regola il settore dell’Autotrasporto è stata oggetto nell’ultimo periodo di numerose ed importanti riforme, tese ad una maggiore tutela degli operatori in fatto di sicurezza su strada. Sono stati modificati i limiti degli orari di guida, prevedendo un massimo di nove ore giornaliere con deroga a dieci ore al massimo due volte alla settimana. L’orario nell’arco della settimana – dalle 0.00 alle 24.00 - dal lunedì alla domenica è stato reso possibile nel periodo di due settimane consecutive, senza superare le novanta ore complessive. Inoltre, sul fronte di tempi d’interruzione alla guida da destinare esclusivamente al riposo fisico senza la possibilità di svolgere altre attività lavorative, è stato stabilito un turno di riposo di 45 minuti ogni quattro ore e mezza consecutive di guida (o due pause di cui la prima da 15 e la seconda da 30 minuti). Il riposo è stato previsto in almeno 11 ore ininterrotte, con possibilità di riduzione a nove ore per un massimo di tre volte nell’arco di una settimana. Esistono ulteriori norme riguardanti il riposo giornaliero e la muiltipresenza e il riposo settimanale.

Leggi tutto...

La Confartigianato UAPI informa l’autotrasporto ha confermato il fermo della categoria dal 12 al 16 febbraio 2007. “Il fermo si è reso necessario - riferisce il presidente Simone Feliziani, degli autotrasportatori Confartigianato UAPI ascolani e fermani – perché i rappresentanti del Governo non sono stati in grado di fornire valide proposte a sostegno della categoria.”

Domenica 4 febbraio era stata indetta una riunione ad Ancona con il presidente di Confartigianato Marche e i presidenti delle province di Ascoli Piceno, Macerata, Ancona e Pesaro Urbino: in quella sede sono stati illustrati i 10 punti fondamentali che gli autotrasportatori avanzavano al governo.

Leggi tutto...

Confartigianato UAPI Trasporti, la categoria degli autotrasportatori delle province di Ascoli Piceno e Fermo, informa che è stato verificato che esistono le condizioni per la proclamazione del fermo della categoria. La decisione nasce dopo che Confartigianato Trasporti ha esperito tutti i tentativi di confronto con il Governo per arginare il grave stato di crisi delle imprese e per ottenere l’attuazione delle misure contenute nell’accordo siglato nel 2005 dall’Esecutivo e dalle Associazioni rappresentative dell’autotrasporto.

La Giunta di Confartigianato Trasporti ha altresì dato mandato al Presidente di contattare le altre Associazioni dell’autotrasporto per individuare un percorso comune di iniziative di mobilitazione delle imprese di autotrasporto.

Confartigianato Imprese UAPI delle province di Ascoli Piceno e Fermo ha organizzato presso il centro SOSTA SPA, il punto di sosta degli automezzi con molteplici servizi per gli autotrasportatori entrato in funzione recentemente a San Bendetto del Tronto (svincolo Autostrada), il seminario dedicato alla categoria del trasporto su gomma.

L'incontro ha avuto inizio a partire dalle ore 16.00 e ha visto la presenza di un discreto numero di partecipanti. Illustri i relatori presenti. Ha esordito il presidnete di Confartigianato Trasporti di Ascoli Piceno e Fermo, Simone Feliziani, che, dopo aver offerto un quadro particolareggiato della situazione in cui versa la categoria, anche come professionista del settore, ha dato conto del recente incontro avuto con il sig. Prefetto di Ascoli Piceno in merito al recente allarme lanciato proprio da Confartigianato UAPI sui furti di automezzi: fenomeno sempre più in crescita. Feliziani ha sollecitato il sig. Questore ad un maggior controllo del territorio, soprattutto nei pressi della fascia costiera.

Leggi tutto...

La Confartigianato UAPI organizza per sabato 1° luglio dalle ore 15.30 presso la sala convegni della SOSTA spa di San benedetto del Tronto (svincolo autostradale) un seminario rivolto alla categoria autotrasporto dal tema: "Le nuove Normative sull'Autotrasporto".

La nuova riforma del settore, infatti, attuata con decreto legislativo n. 286 del 21 novembre 2005, ha sostituito la disciplina risalente al 1974 introducendo il principio di corresponsabilità, liberalizzando, con regole, l'esercizio dell'attività di autotrasporto, ha imposto limiti al risarcimento o avaria delle merci trasportate, ha introdotto la certificazione di qualità, promuovendo controlli sulla circolazione e prevedendo una formazione periodica dei conducenti adibiti al trasporto di merci o passeggeri e definendo contratti tipo di autotrasporto.

Leggi tutto...

La Confartigianato Imprese UAPI l’associazione di riferimento per le imprese artigiane e PMI delle province di Ascoli Piceno e Fermo, per voce del presidente della categoria autotrasporto, Feliziani Simone, intende richiamare l’attenzione dell’opinione pubblica, nonché degli organi di vigilanza competenti, su una serie di furti che si stanno verificando lungo la riviera adriatica.

“Molti autotrasportatori mi hanno riferito di aver subito il furto del proprio automezzo - spiega il presidente della categoria - e l’attività, già particolarmente sensibile ai riflessi negativi della congiuntura economica in atto, ne ha subito ripercussioni gravissime”.

Leggi tutto...

Giovedì  8 dicembre 2005 alle ore 9,30, presso la Sala riunioni dell’Area “La Sosta”, in via S. Giovanni  Scafa a San. Benedetto del Tronto  (adiacente al Casello A 14) è stata convocata la riunione dei trasportatori per esaminare il contenuto dell’accordo sottoscritto dalle Associazioni di categoria con il Governo che prevede risorse per il settore per abbattere i costi di esercizio dell’autotrasporto di merci che nel corso del 2005 hanno subito aumenti dei costi di esercizio fuori misura.

L’intesa prevede agevolazioni con interventi sulle principali voci di costo come le Assicurazioni Rc, sulle spese non documentate, sul costo degli autisti, sui pedaggi autostradali, sui premi INAIL, la ricostituzione dei fondi per l’Albo nazionale dei trasportatori tolti dalla legge taglia spese ed un parziale recupero dell’accise pagata sul gasolio.

Leggi tutto...

Anche Confartigianato imprese Uapi, per voce del presidente Moreno Bruni, si associa al grido di allarme recentemente lanciato dal presidente della Categoria Trasporti Francesco del Boca.

Nel giro di cinque anni, a partire dal 2000, la categoria degli autotrasportatori ha subito un aumento del costo del gasolio pari al 34,4%. A ciò si deve aggiungere l’incremento dei costi per le coperture assicurative, lievitati del 31,2% e dei pedaggi autostradali, anche questi aumentati al 14,8%.

In totale, quindi, negli ultimi cinque anni, ogni azienda italiana di autotrasporto merci ha subito aumenti del 30,7% dei costi. Considerando che l’incidenza della componente fiscale sul prezzo del gasolio è pari al 60,5%, Del Boca ha sollecitato l’esecutivo ad intervenire per una riduzione delle accise sui prodotti petroliferi.

Anche il Presidente di Confartigianato Imprese Uapi che associa ormai oltre 1.200 imprese artigiane operanti nelle province di Ascoli Piceno e Fermo, auspica un deciso intervento a livello governativo, nonché una maggior considerazione della problematica anche a livello territoriale, affinché anche gli enti locali, soprattutto Regione e Provincia, mettano in campo provvedimenti idonei a sostegno della categoria autotrasporti.