Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base MODA

Venerdì 22 giugno presso la sede della Confartigianato UAPI di Porto Sant’Elpidio, in via Piacenza, 6 (zona faleriense, tel./fax 0734/992332/801151) si riunirà il consiglio direttivo della moda delle province di Ascoli Piceno e Macerata. In considerazione del recente accordo stretto tra i comitati di promozione delle Camere di Commercio di Ascoli Piceno e Macerata, l’incontro, sarà presieduto dal Presidente Nazionale dei calzaturieri, Giuseppe Mazzarella e dal Presidente Nazionale della pelletteria Cicconi Mario, coadiuvati dai responsabili del comparto Moda di Confartigianato imprese, Roberto Tamburri per le province di Ascoli Piceno e Fermo e Paolo Capponi  per la provincia di Macerata.

Le associazioni artigiane di Ascoli Piceno-Fermo e Macerata, infatti, nel direttivo congiunto, intendono unire le proprie forze affinché il comparto della Moda abbia le possibilità concrete per un rilancio nei mercati sia interno che internazionale. Tra i punti posti all’ordine del giorno, figurano la programmazione di manifestazioni fieristiche da svolgere congiuntamente nel secondo semestre 2007 e le strategie volte alla maggiore visibilità e allo sviluppo commerciale delle imprese impegnate nel comparto. Affrontare oggi un percorso di internazionalizzazione e di visibilità commerciale vuol dire acquisire quelle competenze che permettono anche alle piccole imprese artigiane di passare da una dimensione locale ad una globale, cogliendo tutte le opportunità che il mercato allargato può offrire. L’invito all’incontro è esteso a tutte le imprese della filiera moda che, presentandosi presso gli uffici Confartigianato UAPI di Porto Sant’Elpidio alle ore 21.00, potranno contribuire con le loro proposte alla programmazione delle nuove attività. Un impegno che il neo costituito gruppo Moda Fermano-Maceratese si assumerà per una programmazione completa di eventi volti a garantire un positivo futuro alla piccola e media impresa.