Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base IMPIANTI

Con i provvedimenti recanti “Disposizioni urgenti per lo sviluppo economico, la stabilizzazione della finanza pubblica e la perequazione tributaria”, adottati dal Consiglio dei Ministri in data 18 giugno scorso sono stati previsti una serie di interventi volti a razionalizzare la normativa in materia di installazione di impianti.

Il Governo sembra avere recepito le nostre preoccupazioni a fronte delle prime anticipazioni che erano state acquisite durante i giorni scorsi nei contatti informali avuti con il Ministero dello Sviluppo Economico e che facevano pensare ad una abrogazione del DM 37/08.

Infatti, la Confederazione ha svolto tempestivamente alcuni interventi mirati ad evitare l’emanazione di una norma meramente abrogatrice del DM 37/08. Soprattutto, è stato sottolineato con forza come l’abrogazione del Regolamento avrebbe comportato effetti traumatici su tutto il settore dell’installazione degli impianti a causa della conseguente rimozione di tutta la disciplina preesistente, provocando una situazione di totale mancanza di regole e, quindi, di gravissima incertezza operativa.

Tale fattispecie sembrerebbe, invece, scongiurata.

Infatti, sarebbe prevista solo la soppressione dell’art. 13 del DM 37/08, ed una nuova delega al Governo secondo la quale, entro il 31 marzo 2009 il Ministro dello Sviluppo Economico emani uno o più decreti volti a disciplinare:

  1. il complesso delle disposizioni in materia di attività di installazione di impianti all’interno degli edifici prevedendo semplificazioni di adempimenti per i proprietari di abitazioni ad uso privato e per le imprese;

  2. la definizione di un reale sistema di verifiche di impianti con l’obiettivo primario di tutelare gli utilizzatori degli impianti garantendo una effettiva sicurezza;

  3. la revisione della disciplina sanzionatoria in caso di violazioni di obblighi stabiliti dai provvedimenti previsti alle suddette lettere a) e b).