Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base EDILIZIA

ANAEPA - Confartigianato, in qualità di socio ITACA (www.itaca.org) partecipa alla realizzazione di strumenti di supporto alla attività delle amministrazioni e delle imprese nell’ambito degli appalti pubblici.
Riteniamo utile pubblicare i due importanti documenti redatti dal gruppo di lavoro “Sicurezza Appalti”, il tavolo tecnico presso cui si condividono progetti per meglio tutelare la sicurezza degli operatori, garantendo il rispetto delle norme a tutela della salute dei lavoratori.

Il primo documento “Linee guida per il coordinamento della sicurezza nella realizzazione delle Grandi Opere” è stato elaborato partendo dall'analisi degli infortuni occorsi nelle grandi opere in corso di realizzazione sul territorio, che ha evidenziato criticità nel coordinamento fra le imprese. Le linee guida si applicano alle Grandi Opere pubbliche per la realizzazione di infrastrutture strategiche ed insediamenti produttivi e vogliono essere un sostegno ad una corretta progettazione, intesa come sviluppo integrato tra qualità del costruito e sicurezza durante la costruzione.
Poiché lo scopo è migliorare l'efficacia delle attività di coordinamento per la sicurezza poste in essere dal Committente e dalla propria organizzazione, riteniamo che ci potranno essere ricadute positive in termini di sicurezza anche per le imprese esecutrici (comprese le subappaltatrici e le subassegnatarie). 

Il secondo documento “Linee guida per la stima dei costi della sicurezza nei contratti pubblici di forniture o servizi - prime indicazioni operative.” è stato redatto congiuntamente all’Autorità di Vigilanza sui Lavori Pubblici che recentemente ha emanato la determinazione n. 3 del 5 marzo 2008 “Sicurezza nell’esecuzione degli appalti relativi a servizi e forniture. Predisposizione del documento unico di valutazione dei rischi (DUVRI) e determinazione dei costi della sicurezza.
Sia le Linee Guida che la Determinazione si riferiscono esclusivamente agli appalti relativi a forniture e servizi e sono rivolti alle Stazioni appaltanti che, a seguito dell’emanazione della legge n. 123/2007, e fermo restando gli obblighi di cui all’art. 7 del D.Lgs. 626/94, sono tenute a redigere il Documento Unico di Valutazione dei Rischi da Interferenze (DUVRI) e a stimare i costi della sicurezza da non assoggettare a ribasso.
Tutte le categorie dell’artigianato, oltre alle imprese del comparto dell’edilizia, sono interessate ai contratti pubblici di forniture e servizi.
A tale proposito ricordiamo alcuni principi cardine in materia di sicurezza e appalti:

a) solo per quanto riguarda le interferenze la sicurezza deve essere “valutata” dall’amministrazione. I costi da rischi da interferenze si riferiscono ai costi relativi alle misure preventive e protettive necessarie ad eliminare o ridurre al minimo i rischi di interferenza e devono essere quantificati dall’amministrazione stessa e sottratti dall’importo contrattuale che viene sottoposto al confronto concorrenziale;

b) per quanto attiene i costi relativi alla sicurezza propri di ogni datore di lavoro in base a diretta responsabilità nei confronti dei propri dipendenti ex D.Lgs. 626/94, questi devono essere valutati/quantificati dall’operatore stesso. Su questi l’amministrazione ha solo un onere di vaglio.


Sia in sede di audizione presso l’Autorità sia negli incontri di lavori presso Itaca, ANAEPA ha espresso l’esigenza che il DUVRI fosse considerato un documento a corredo dell’appalto e quindi immediatamente disponibile per le imprese che predispongono le offerte per partecipare all’appalto stesso. Questa considerazione di buon senso è stata fortemente dibattuta ciò nonostante siamo riusciti a risolverla facendo esplicitare che il DUVRI è un documento tecnico che va considerato come “specifica tecnica” ai sensi dell’art. 68 e dell’Allegato VIII del D.Lgs.163/2006 e, pertanto, deve essere reso disponibile per consentire pari accesso agli offerenti e non comportare la creazione di ostacoli ingiustificati alla concorrenza.
Nel caso dei contratti misti, rientranti nel campo di applicazione del D. Lgs. 494/1996, il DUVRI sarà integrato nel Piano Sicurezza e Coordinamento (PSC).

pdfLG_Sicur_grandi_opere.pdf

pdfLG_Sicur_serv_e_fornit.pdf