Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base EDILIZIA

Nei giorni scorsi, l’assemblea degli edili della Confartigianato di Ascoli Piceno e Fermo, ha eletto il nuovo direttivo della categoria di cui fanno parte Giuliano Fratoni, in qualità di presidente, Michele Pupi e Sandro Santamaria.

Il nuovo organismo, snello nella sua composizione e agevole per essere immediatamente operativo si spenderà in favore della categoria per portare avanti la politica a sostegno delle imprese edili dei territori di Ascoli Piceno e Fermo, soprattutto in questo frangente economico particolare.

Tra le misure che l’Associazione ha dispiegato per favorire le imprese ci sono i corsi gratuiti per tutti gli associati per il rinnovo del patentino per i ponteggi (il corso si terrà mercoledì 18 novembre ad Ascoli Piceno) e il rinnovo del corso CQC per autotrasportatori (in programma sabato 21 novembre ad Ascoli Piceno). La partecipazione per il rinnovo è aperta a tutti coloro che siano già in possesso del corso completo di base. Per informazioni 0736.336402 e www.apfm.it

Michele Pupi Giuliano Fratoni

Da sinistra: Michele Pupi e Giuliano Fratoni

 

Negli ultimi anni la crisi ha gravato sul settore penalizzando le imprese e bloccando investimenti a causa della riduzione della liquidità aziendale. Alcuni dati resi disponibili recentemente dal Centro Studi della Confartigianato rendono l’idea della situazione che il comparto sta attraversando.

Nel 2014 le compravendite residenziali nelle Marche sono state 9.090 di cui 2.049 nei territori di Ascoli Piceno e Fermo (-8,1% rispetto al 2013). Nel corso dell’ultimo anno si è registrato un leggero aumento dell’1,0% (+3,6% in Italia) che segue l’ampia diminuzione del 13,6% osservata nel 2013 rispetto al 2012.

Per quanto riguarda le compravendite non residenziali, che interessano quindi le imprese, nel 2014 nelle Marche sono state 1.331: il 58,5% riguardano il settore commerciale, il 26,3% quello produttivo e il restante 15,2% il terziario. Nel dettaglio, le compravendite del settore commerciale sono relative, per il 99,6%, a Negozi e centri commerciali e per il restante 0,4% ad Alberghi. Il settore produttivo riguarda complessivamente i Capannoni e Industrie e il terziario riguarda, per il 95,6%, Uffici e per il restante 4,4% Istituti di credito. Ad Ascoli Piceno e Fermo i dati vedono n. 43 compravendite nel settore terziario, n. 218 in ambito commerciale e n. 73 nel settore produttivo, per un totale di n. 334 compravendite non residenziali che hanno costituito il 25,1% nell’anno 2014 a livello regionale.

Dal 2008 al 2014 quasi dimezzate le compravendite di immobili non residenziali nella nostra regione: -47,8%, variazione più intensa della media nazionale (-43,3%). Ad influenzare negativamente il mercato mobiliare e la dinamica delle compravendite è l’elevato livello della tassazione sugli immobili. nelle Costruzioni assumono una specifica centralità le politiche di incentivazione degli interventi per ristrutturazioni e per il risparmio energetico.

dalla fine del 2009 alla fine del 2014 le imprese artigiane delle Costruzioni nelle Marche sono diminuite di 1.948 unità, pari al -10,4% a fronte del -7,0% registrato per il totale artigianato. In termini di occupati complessivi nel settore, tra il I trimestre del 2008 e il I trimestre 2015 la diminuzione nella nostra regione è stata del 14,1% pari a 6.800 occupati in meno.