Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

Base Categorie ALIMENTAZIONE

Con le nuove “Disposizioni urgenti per la concorrenza, lo sviluppo delle infrastrutture e la competitività” introdotte nel marzo di quest’anno in materia di regolamentazione dei rapporti commerciali relativi alla fornitura di prodotti agricoli ed alimentari, la normativa è andata ben oltre gli intendimenti di tutela della produzione agroalimentare rispetto a pratiche commerciali scorrette.

Nei fatti i rapporti di fornitura tra micro, piccole e medie imprese sono stati resi più complessi poiché viene stabilito che tutti i contratti, ad eccezione di quelli conclusi con il consumatore finale, stipulati a partire dal 24 ottobre 2012 dovranno conformarsi alle disposizioni.

Mentre si sta predisponendo una bozza di contratto commerciale, che risponda ai requisiti di legge,  da mettere a disposizione delle aziende, la Confartigianato di Ascoli Piceno e Fermo, nella persona del presidente di categoria Luigi Tempera, aderendo all’iniziativa promossa dalla Federazione Nazionale Alimentaristi Confartigianato, invita gli alimentaristi alla video conferenza che si terrà in collegamento nazionale giovedì 25 ottobre dalle ore 14.00 alle ore 16.00. L’appuntamento per le ditte interessate e per i consulenti che volessero approfondire la delicata materia è a:

  • ASCOLI PICENO: aula informatica della ditta Magia Informatica, in via della Bonifica, 18.
  • FERMO: viale Trento, 36 (uffici Confartigianato)

Si raccomanda la puntualità, in quanto i tempi di connessione web sono rigorosamente fissati dai collegamenti telefonici che saranno attivati allo scopo.

Il Decreto interministeriale di applicazione della normativa suddetta dopo un lungo vaglio del Consiglio di Stato è stato pubblicato sul sito del Ministero delle Politiche Agricole Ambientali e Forestali ed è in attesa della pubblicazione in Gazzetta Ufficiale.

Il Decreto interministeriale datato 19 ottobre 2012 dovrebbe chiarire tutti gli elementi riguardo l’applicabilità della norma citata.

Il Ministero dello Sviluppo Economico ha evidenziato come non sia prevista alcuna variazione riguardo al termine del 24 ottobre 2012: la disponibilità del testo, ancorché non pubblicato in Gazzetta, offre l’opportunità di verificare la rispondenza alle attese della categoria che sta vivendo con grande preoccupazione un passaggio normativo che, in carenza di precisazioni opportune, lascerebbe spazio ad una interpretazione letterale della norma che comporta elementi di rigidità insostenibili a carico degli operatori della filiera, tali da paralizzarne l’operatività, rappresentando in tal modo un freno importante per la ripresa economica.