Logo 2-2 DX

  • Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
  • 39 0736.336402
  • 39 0734.229248

semplificazione

  • CONFARTIGIANATO, CON R.ETE. IMPRESE ITALIA, PARTECIPA AL TAVOLO PER LA NUOVA AGENDA DEI VERSAMENTI

    In un documento le proposte al Ministero dell'economia e delle finanze

    R.ETE. imprese Italia, ha inviato al Vice Ministro On.le Luigi Casero un dettagliato documento (in allegato) nel quale sono esplicitate le proposte per evitare che nei mesi di giugno/luglio di ogni anno vi sia una concentrazione tale di adempimenti e scadenze di versamento che determinano l'ormai consueta richiesta di proroga.

    Nel documento viene ricordato che la semplificazione dipende, anche, dal rispetto di alcuni fondamentali principi, enunciati nello Statuto dei diritti del Contribuente: irretroattività delle norme, chiarezza e trasparenza delle disposizioni, corretta informazione e conoscenza degli atti amministrativi ma, soprattutto che l'entrata in vigore di nuovi adempimenti o normative deve avvenire solo dopo un congruo lasso temporale (almeno 60 giorni).

    Oltre al necessario rispetto dello Statuto del contribuente, R.ETE. Imprese Italia ritiene indispensabili alcuni interventi normativi per riorganizzare i termini di versamento dei debiti fiscali scaturenti in base alle dichiarazioni annuali.

    Read more
  • POS SEMPLIFICATO, INTRODOTTI I NUOVI MODELLI DAL D.I. 09/09/2014

    Il 27 settembre 2014 è entrato in vigore il Decreto interministeriale 09/09/2014 (Ministeri del Lavoro della Salute e delle Infrastrutture) e di seguito meglio analizzato.

    In particolare è stata approvata una modulistica “semplificata” inerente al Titolo IV del Testo Unico Sicurezza (D.L. n.81/08 e smi) e del Codice degli appalti pubblici (D.L. n.163/06 e smi).

    Read more
  • SEMPLIFICAZIONE TOTALE DEL TRATTAMENTO DEI RIFIUTI SPECIALI PER LE IMPRESE DEL BENESSERE

    Con la pubblicazione in Gazzetta ufficiale della Legge 221 del 28 dicembre 2015 cosiddetta "Collegato ambientale” alla legge di stabilità per il 2014, la semplificazione della gestione dei riufiuti speciali è stata estesa a tutte le imprese del settore benessere.

    Infatti, come reiteratamente sollecitato da Confartigianato, la norma in oggetto ha ricompreso le attività ricadenti nell’ambito dei codici ATECO 96.02.01 (Servizi dei saloni di barbiere e parrucchiere), 96.02.02 (Servizi degli istituti di bellezza) e 96.09.02 (Attività di tatuaggio e piercing) tra quelle considerate a ridotto impatto ambientale, ed ha esteso a tutti i rifiuti pericolosi le semplificazioni già previste per i taglienti a rischio infettivo (CEER 18 01 03*).

    Read more
  • SPORTELLO UNICO ATTIVITÀ PRODUTTIVE (SUAP), I MODELLI "CILA" E "CIL"

    Come noto lo Sportello Unico Attività Produttive (SUAP) è uno strumento pensato e rivolto alla semplificazione dell’accesso delle imprese ai servizi della PA ed è previsto come obbligatorio dalla “Direttiva servizi” (dir. 2006/123/CE) e rilanciato con l’entrata in vigore dell’articolo 38 decreto legge 25 giugno 2008, n. 112 e del Regolamento di attuazione di cui al D.P.R. n.160/2010.

    La Regione Marche sta svolgendo una funzione di accompagnamento sul territorio, supportando i Comuni chiamati ad applicare la riforma ed un ruolo di coordinamento e di sensibilizzazione di tutti i soggetti pubblici e privati coinvolti.
    Con la legge regionale 29 aprile 2011, n. 7 Attuazione della Direttiva 2006/123/CE sui servizi nel mercato interno e altre disposizioni per l'applicazione di norme dell'Unione Europea e per la semplificazione dell'azione amministrativaè stato istituito, il "Sistema regionale dei SUAP".

    Le attività perseguite dal Sistema regionale dei SUAP in attuazione della citata L.R 7/2011), sono:

    • la costituzione di una banca dati regionale relativa ai procedimenti di competenza del SUAP,
    • l’ adozione di una modulistica uniforme nel territorio regionale,
    • l’assistenza e supporto ai SUAP nell’interpretazione e nell’applicazione della normativa e delle procedure per favorire prassi amministrative uniformi sul territorio regionale,
    • interventi di semplificazione su settori di attività o singoli procedimenti,
    • il supporto per l’informatizzazione delle procedure connesse all’attività del SUAP,
    • promozione di accordi o convenzioni tra le diverse Amministrazioni coinvolte,
    • l’ attività di formazione ed informazione.
    Read more